AQUILOTTI, CARTOLINE DA PODENZANO

SI CHIUDE CON QUESTA PARTITA UN CAMPIONATO MOLTO FORMATIVO PER I GIOVANISSIMI ROSSOBLU'


PODENZANO - Basket Sole Junior al traguardo di un nuovo campionato Aquilotti. Succede a Podenzano, contro la più esperta formazione locale.

Giovani rossoblù molto tenaci su ogni pallone, qualche buon canestro e fiatone al top correndo da una parte all'altra del campo. Finisce così, dopo una mattinata molto intensa, un campionato che per qualcuno ha rappresentato il debutto assoluto in partite ufficiali e per qualcun altro un nuovo passo di crescita verso il basket dei campionati Under.

Bravi tutti!











DONA IL TUO CINQUE PER MILLE AL BASKET SOLE!





FARLO E' SEMPLICISSIMO:

metti la tua firma nell'apposito riquadro della dichiarazione dei redditi, indicando il codice fiscale del Basket Sole:

01580630331

il 5 x 1000 NON ti costa nulla

non è una tassa in più 

sei tu che decidi a chi destinare una parte di denaro destinato allo Stato e a cui egli rinuncia in favore di organizzazioni no-profit 
per il sostentamento delle loro attività.

La scelta di destinare il 5 x 1000 al Basket Sole 
NON impedisce di devolvere l'8 per mille alla Chiesa;
queste due destinazioni coesistono.

Se scegli di aiutare il Basket Sole riusciremo grazie a te a migliorare i servizi che offriamo ai nostri tesserati dai più piccoli agli adulti.

Grazie in anticipo per il tuo concreto aiuto!

DAMMI IL CINQUE!


 

FULMINE, GAME OVER E TANTO ONORE

A RAVENNA LOTTA FINO IN FONDO, MERITANDO SOLO APPLAUSI: SI CHIUDE QUI UNA NUOVA, IMMENSA STAGIONE



CAPRA TEAM RAVENNA                   54
BASKET SOLE FULMINE ROSA      41
(10-15; 22-26; 36-33)

BASKET SOLE FULMINE ROSA: Ghizzoni 5, Massessi, Milanese 19, Malon 3, Fornasari 2, Cavallini 2, Ratti 10. All. Lavezzi.

RAVENNA - Titoli di coda su un nuovo, immenso campionato. Ravenna è il capolinea stagionale per una Basket Sole Fulmine Rosa che, nella partita di ritorno dei quarti di finale per la promozione in serie B, cede soltanto nell'ultimo periodo. Per il resto, tanto equilibrio e un'eccellente prestazione da parte delle rossoblù, sempre avanti nel punteggio almeno per 26'.


Comincia bene il Fulmine, con una difesa tosta e un attacco ispirato. Pure il secondo periodo porta certezze e punti di riferimento, anche se le romagnole cominciano a crescere. Ancora 5 minuti e poi la gara inizia a prendere la direzione di Ravenna, molto precisa dal perimetro. Il quintetto di Lavezzi subisce la rimonta e il sorpasso, però non si dà per vinto, lottando al massimo su ogni pallone. Mentre Ratti e Milanese continuano la loro eccellente partita in attacco, col condimento di una difesa di squadra sempre e comunque convincente.

A metà dell'ultimo periodo arriva la spallata decisiva di Ravenna, che poi congela il risultato. Romagnole in semifinale contro la vincente di Sorbolo-Bologna. Per il Fulmine Rosa è questo il capolinea di una stagione da incorniciare, cominciata con diversi e pesanti infortuni e scandita poi da una rimonta eccezionale, che ha portato alla conquista del quarto posto in regular season.
Da qui un turno di playoff ben giocato, focalizzando tanta sostanza e dimostrando un'apprezzabilissima unità d'intenti. Ma nello sport, si sa, vince uno solo: Ravenna avanti con merito, Basket Sole in vacanza senza particolari rimpianti.

















IL FULMINE E L'IMPRESA POSSIBILE

SABATO A RAVENNA LA GARA DI RITORNO CHE VALE LA SEMIFINALE PER LA SERIE B: IL BASKET SOLE CI CREDE

PIACENZA - E' la settimana più lunga della stagione per un Basket Sole Fulmine Rosa totalmente immerso nei playoff. La gara d'andata dei quarti di finale contro Ravenna ha detto molto, ma non tutto sulle gerarchie di questa serie. Il Fulmine in almeno due circostanze ha lanciato potenti attacchi: all'inizio della contesa e in avvio di terzo quarto, raggiungendo la doppia cifra di vantaggio.
Ma le romagnole hanno sempre e comunque ribattuto colpo su colpo, rientrando e, alla fine, spuntandola dopo due tempi supplementari.
Vittoria comunque molto leggera, perchè, a questo punto, al quintetto di Giulio Lavezzi per passare il turno servirà un successo con 3 punti di scarto. Certo, in una settimana molte cose possono cambiare. Ci si conosce meglio, avanti con potenziali contromisure poi però tutte da verificare. Insomma, su entrambe le sponde, situazione completamente fluida.
E lo sguardo corre veloce a sabato 4 maggio, quando il Fulmine andrà all'inseguimento di questa impresa del tutto possibile. Specchiandosi nel valore, davvero eccellente, dell'avversario e pure confrontandosi con un serbatoio di energie che, al nono mese di attività, fatalmente non può essere rigoglioso. La forza è l'orgoglio di salire sul pullman per Ravenna con una serie ancora del tutto spalancata, migliorando decisamente la situazione rispetto a un anno fa quando, contro l'ottimo Castel San Pietro, dopo la gara d'andata la qualificazione era già finita nella cassaforte altrui. Stavolta no. Stavolta addosso c'è questo prurito da impresa possibile.




IMMENSO FULMINE: QUALIFICAZIONE SPALANCATA

ALL'ESORDIO NEI PLAYOFF PER LA SERIE B, REGGE ALLA GRANDE IL CONFRONTO COL SUPER RAVENNA, CEDENDO SOLO DOPO DUE TEMPI SUPPLEMENTARI: SABATO 4 MAGGIO IN ROMAGNA LA GARA DECISIVA PER LA QUALIFICAZIONE ALLE SEMIFINALI



BASKET SOLE FULMINE ROSA     62
CAPRA TEAM RAVENNA                  64
(17-10; 28-29; 44-41; 56-56; 57-57)

BASKET SOLE FULMINE ROSA: Ghizzoni 14, Botteri, Paini 2, Milanese 14, Malon 9, Fornasari, Ratti 19, Berna 4, Cavallini. All. Lavezzi.

PIACENZA - E' immenso, per generosità, tenacia e produttività il Basket Sole Fulmine Rosa in formato playoff. In un Palasport di San Lazzaro gremito come mai quest'anno, la squadra di Giulio Lavezzi regge il confronto con l'ottimo Ravenna addirittura per 50 minuti, cedendo soltanto per sfinimento al termine di una contesa chiusa dopo due tempi supplementari.
Pathos alle stelle, insomma, e applausi a scena aperta per tutte le protagoniste di una serata che finisce dritta tra i ricordi più belli di sempre per il Fulmine Rosa.

E' una sconfitta che non fa poi tanto male, considerata la formula che prevede ora la gara di ritorno senza bella: accederà alle semifinali chi avrà una miglior differenza canestri al termine dei due confronti. Che significa che il Fulmine Rosa, con una vittoria con 3 punti di scarto sabato 4 maggio a Ravenna, volerà nella semifinale per la serie B.

Partita di rara intensità, che richiede cuori forti, teste fredde e mani calde. Il Basket Sole risponde presente sotto ogni latitudine, uscendo meglio dai blocchi e approdando al primo intervallo con 7 punti di margine: 17-10. Ma istantanea è la reazione delle romagnole, che recuperano tutto il ritardo, fino ad andare al riposo lungo in vantaggio per mezzo canestro.

In avvio di ripresa il miglior Fulmine Rosa della serata: 5 minuti da
leccarsi i baffi, tra i migliori dell'intera stagione, portano un parzialone di 16-0 che sembra spaccare la partita. E, invece, non sarà così, perchè le ospiti scatenano un controbreak di 12-0 che bilancia quasi del tutto una vera partita da playoff.
Le energie iniziano a scarseggiare da una parte e dall'altra: nella volatissima, nessuno riesce a trovare il guizzo vincente. Così, con i due quintetti ormai stremati, col Fulmine alle prese con grossi problemi di falli, nemmeno il primo supplementare è risolutivo. Nel secondo, Ravenna trova un paio di azioni vincenti che le permetteranno di aggiudicarsi l'incontro, ma con un vantaggio che non lascia certo tranquilli in vista del match di ritorno.

Onore indistintamente a tutte e 9 le giocatrici e a coach Lavezzi: il Basket Sole si scopre competitivo anche nelle partite riservate alle big della categoria. E adesso? Serve tirare il fiato e rendersi conto fino in fondo di tutte le bellezze che hanno portato le rossoblù a tenere pienamente vivo il discorso qualificazione.
Comincia la settimana più lunga della stagione, quella che si chiuderà con una trasferta a Ravenna che, comunque andrà, riserverà soltanto applausi a questo gruppo mai sazio.